Matrimonio Civile



Se siete orientati verso il matrimonio civile, è importante che vi presentiate almeno 2 mesi prima di sposarvi presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei due, per farvi rilasciare l’atto di nascita e il certificato contestuale. In seguito i funzionari vi contatteranno per fissare la data del giuramento di matrimonio.
Dopo verranno esposte per 8 giorni alla Porta della Casa Comunale dei vostri rispettivi Comuni di residenza le pubblicazioni, recanti le vostre generalità e il luogo di celebrazione. In questo modo, si rende noto a tutti la vostra intenzione di contrarre il matrimonio affinchè chiunque ne abbia motivo possa opporsi.
Trascorsi 4 giorni dopo il termini delle pubblicazioni, l’Ufficiale di stato civile, se non ha ricevuto nessuna opposizione, vi rilascerà il Nulla Osta al matrimonio, che dovrà essere celebrato entro e non oltre 6 mesi dal giorno del consenso. In caso contrario si dovrà ripetere tutto l’iter burocratico.
 
Per il matrimonio civile i Comuni solitamente offrono ai futuri sposi diverse location dove celebrare il rito.
A Pavia, il Comune propone la piccola e graziosa Sala dell’Oratorio dei S.S. Quirico e Giuditta, proprio adiacente al Palazzo Comunale, e la solenne e riccamente decorata Sala Consigliare di Palazzo Mezzabarba.
Per quanto riguarda il Comune di Vigevano potete scegliere per un matrimonio dall'atmosfera semplice e informale presso la Sala Riunioni del Palazzo Esposizioni, oppure più elegante presso la Sala Consigliare del Palazzo Comunale e nel ridotto del Teatro Cagnoni, oppure se desiderate un luogo ‘di altri tempi’ potrete celebrare il vostro matrimonio nella Sala dell’Affresco del Castello, oppure nella Sala dell’Ottocento e nella Sala Bocca del Palazzo Roncalli.
Il Comune di Stradella celebra i matrimoni civili nella Sala ‘Depretis’ o nel giardino della Sede Comunale, Palazzo Isimbardi.
A Voghera potrete sposarvi nella Sala Consigliare del Palazzo Comunale.
Ricordate che, se vorrete, potrete celebrare il matrimonio civile in location ‘private’ previa autorizzazione da parte del Comune.